La libreria Revit ben organizzata è fondamentale per chi progetta con Revit come lo è la libreria di blocchi dwg per chi progetta con Autocad. Infatti quando lavoriamo in un file di progetto di Revit possiamo tramite il comando Componente -> Carica famiglia richiamare gli oggetti ( famiglie) dalla libreria Revit. In questo tutorial affronteremo due aspetti:

  1. dove fare il download di famiglie Revit per la propria libreria Revit;
  2. dove salvare la propria libreria Revit per evitare lo spiacevole disguido di perderla, possibile se non si fa attenzione ad un aspetto

Proprio il punto 2 è molto importante quanto sottovalutato. Infatti anticipo che è  meglio avere la libreria Revit in una cartella diversa dalla cartella dove Revit installa la libreria predefinita siccome altrimenti potrebbe esserci il rischio di perdere tutto e quindi ore e ore di lavoro.

 

1. Download libreria Revit

Creta una cartella sul nostro pc ( o sul server nella rete dell’ufficio) chiamata ad esempio “famiglie revit” oppure “libreria revit”, faremo il download della libreria di famiglie Revit scaricandole dai siti per il download di famiglie revit più autorevoli come:

seek.autodesk.com 

www.revitcity.com

revit.autodesk.com/library/html/index.html

Con il tempo sempre e solo in questa cartella archivieremo anche le famiglie da noi create da zero oppure come modifica di una famiglia esistente.

 

2.1. Organizzare la libreria Revit – modo 1 ( minimo indispensabile)

Quindi ora abbiamo la libreria Revit in due cartelle:

  • una cartella con la libreria Revit standard già presente con l’installazione del programma ( che solitamente si trova in C:/programmi/Autodesk/..)
  • una cartella con la nostra libreria di famiglie scaricate e famiglie personalizzate ( nella cartella “famiglie revit” oppure “libreria revit” che dicevamo poco fa).

E’ proprio opportuno lasciare le due cartelle separate perché nel non augurabile momento in cui la propria installazione di Revit si guasta possiamo eseguire senza alcun rischio una correzione dell’installazione, una disinstallazione e successiva reinstallazione ( e spesso anche l’installazione di una patch o un update pack). Infatti con una di queste operazioni la libreria Revit standard viene cancellata e quindi se non abbiamo seguito questa accortezza allora tutte le famiglie scaricate e quelle da noi create / personalizzate sono perse. E’ quindi questo il motivo per cui è opportuno tenere due cartelle differenti per la libreria Revit.

2.2 Organizzare la libreria Revit – modo 2 ( molto meglio)

Immagino che ti stai facendo questa domanda: “si però così quando mi serve una determinata famiglia devo cercare prima nella cartella della mia libreria poi nella cartella della libreria predefinita e/o viceversa, come si può ovviare?”. La risposta è semplice, anche io faccio così: nella cartella che ci siamo creati ( “famiglie revit” oppure “libreria revit” seguendo le diciture sopra menzionate) copiamo tutta la libreria predefinita di Revit, così che abbiamo un unico raccoglitore e usiamo solo e sempre questo.

 

Concludo questo tutorial consigliando che l’organizzare la libreria revit non dovrebbe essere fatta in una sola volta ( solitamente quando si installa) ma devrebbe essere curata nel tempo ad esempio per esperienza posso consigliare di dedicare 10-15 minuti per ogni progetto che si affronta. In questo modo dopo 5 progetti si dovrebbe già aver organizzato una buona parte della propria libreria Revit. Per curiosità e approfondimenti è possibile scrivere nello spazio sottostante apposito.